Vittoria per 2-0 a Charlotte | Sweet Caroline, o i bei tempi del CF Montreal

“I bei tempi non sono mai stati così belli. Così ha cantato Neil Diamond nel suo famoso ritornello dolce carolina. Così hanno cantato anche i giocatori del CF Montreal salvandosi con una vittoria per 2-0 contro lo Charlotte FC, in North Carolina.

Aggiornato il 14 maggio

Jean-Francois Teotonio

Jean-Francois Teotonio
La stampa

“Onestamente, ascoltavo questa canzone da molto tempo. Ottima iniziativa dei ragazzi. Lei è davvero molto interessante. »

Senza saperlo davvero, Wilfried Nancy era annoiato da questo ritornello. L’occasione è stata perfetta per suonare la canzone negli spogliatoi dei suoi uomini, sabato sera.

E possono ringraziare Djordje Mihailovic, sempre lui, e il difensore Alistair Johnston, marcatori rispettivamente nel primo e nel secondo tempo, per aver lasciato il Bank of America Stadium con uno dei più grandi timpani di tutti. tempo nella testa.

Una canzone che riflette i recenti successi di Bleu-et-noir.

La squadra di Wilfried Nancy è rimasta imbattuta per l’ottava partita consecutiva. È stata anche la terza vittoria consecutiva e la sesta durante quella serie di vittorie.

“Siamo molto, molto contenti di quello che hanno fatto i ragazzi”, ha detto l’allenatore del CF Montreal dopo la partita. “Abbiamo giocato in una bella atmosfera, su un campo sintetico. Era una buona temperatura per giocare contro una buona squadra. »

Quella squadra è il Charlotte FC. Un club in espansione che ha avuto qualche successo in campo nella sua prima stagione, ma soprattutto qualche successo in tribuna. Il club della Carolina del Nord è il secondo per presenze medie nel 2022 in MLS, secondo Transfermarkt, con 39.711.

I due club si sono quindi incontrati sabato sera. E come se volessero prendersi il tempo per studiare se stessi, la partita iniziò in sordina. Fino a quando il CF Montreal non inizia a fare il suo gioco e a dettare il ritmo. Come un club al terzo posto in procinto di conquistare il primo posto nell’est.

Mihailovic ha confermato questa salita al potere a 45 anniesegnando il suo sesto gol in questa stagione.

Dovevi vedere il favoloso gesto di Joaquín Torres al centro poco prima di cedere a Romell Quioto sulla sinistra. Quest’ultimo ha fatto una corsa feroce, poi ha attraversato verso Djordje nella zona. Ma il CF Montreal non ha potuto festeggiare: Quioto è rimasto disteso a terra, infortunato a una spalla, e ha lasciato il posto a Kei Kamara per il secondo tempo.

Charlotte ovviamente voleva cambiare la situazione durante questo secondo periodo. Le Carolina del Nord si proiettavano molto più in avanti. E ha costretto il portiere del Montreal Sebastian Breza a fare delle grandi parate, inclusa un’uscita di successo nel 59e.

Il portiere ha avuto dei bei tempi, come il resto della sua squadra, dall’errore contro l’Atlanta lo scorso marzo. Il difensore Rudy Camacho non ha mancato di sottolinearlo.

“Seba ha avuto un momento complicato, come tutti possiamo avere”, ha detto. Succede. L’importante è stare con se stessi. Ha un carattere abbastanza forte, è rimasto fiducioso nonostante gli errori. »

“Ci piace”

Una fiducia che si diffonde sul prossimo. Come il terzino destro Alistair Johnston, che apprezza le sue responsabilità decisamente più offensive a Montreal rispetto a quanto gli è stato chiesto a Nashville.

Perché oltre ad aver già registrato quattro assist nel 2022, tre in più rispetto al 2021 e al 2020, sabato sera ha segnato un primissimo gol per il CFM. Un secondo in MLS. Il suo solido tiro dalla destra dell’area al 67e raddoppiato la scommessa per i visitatori.

Un attacco diversificato è un attacco sano. È un vero proverbio? Non importa. Applichiamolo agli uomini di Wilfried Nancy. Il successo di Johnston è stato il sesto da un difensore di Montreal in questa stagione. Il centrocampista titolare è stato rielaborato, con Victor Wanyama reduce dalla squalifica e Mathieu Choinière al posto di Ismaël Koné. Gabriele Corbo ha preso il suo posto nell’XI titolare per la prima volta dal 12 marzo, a causa della squalifica di Joel Waterman.

“Attacchiamo tutti insieme, difendiamo tutti insieme, ha analizzato Nancy. Cerchiamo di aiutare gli attaccanti a segnare gol. È un lavoro collettivo. Sono super orgoglioso che ci siano molti giocatori che segnano. Dimostra che quello che facciamo è interessante. »

“Tutti i ragazzi contribuiscono”, ha osservato Djordje Mihailovic. Alì [Johnston] ha segnato il suo primo gol e siamo molto orgogliosi di lui, se lo merita. È il risultato dell’impegno di tutta la squadra, compresi quelli che entrano nel secondo tempo in ritardo. »

Vuoi altre notizie positive relative al CF Montreal? La vittoria è stata anche la sua prima interruzione in assoluto della stagione. E i suoi soldati lo volevano, questo risultato immacolato.

“Ci si sente bene”, ha detto Rudy Camacho senza esitazione. Stavamo vincendo le partite, ma come difensori non potevamo essere pienamente felici perché abbiamo subito molti gol. Inoltre, è una vittoria ampiamente controllata. Quindi è ottimo per tutti. »

Camacho è a Montreal dal 2018. Ma attualmente sta vivendo i suoi momenti migliori nella metropoli del Quebec. “Da lontano”, anche.

“Non solo perché vinciamo le partite, ma anche perché le costruiamo. Non lasciamo spazio al caso. Stasera abbiamo dato una dimostrazione tattica e tecnica. »

“Abbiamo profondità, abbiamo buoni giocatori, uno staff che mette le cose a posto. Ci piace. »

I bei tempi – davvero – non sono mai sembrati così belli.

Add Comment