Posto al secondo turno in NHL

Il primo round è ormai alle nostre spalle in NHL. Otto club hanno morso la polvere… incluso ovviamente il Toronto Maple Leafs, eh eh.

La NHL non metterà non molto tempo prima di lanciare questo secondo round. Domani sono in programma due partite.

(Credito: Google Immagini)

Si noti che si giocheranno due partite ogni sera, purché ci siano otto squadre in vita, tranne il sabato, quando ci sarà una sola partita (e tre il giorno successivo).

La battaglia della Florida
The Panthers e Lightning si affronteranno di nuovo in quella che sarà una rivincita della prima battaglia della Florida nella storia della NHL (2021).

L’anno scorso, i Lightning hanno avuto la meglio sui Panthers in sei partite prima di vincere la loro seconda Stanley Cup consecutiva. Fare i campioni del Tagliato riescono a ripetere la loro impresa? Riusciranno i Panthers a vendicarsi?

Nel 2021-22 sono state giocate quattro partite tra queste due squadre. Il Lightning ne ha vinti due e i Panthers due.

Brayden Point, infortunatosi nella partita di sabato sera a Toronto, potrà giocare martedì?

Da notare che la squadra che emergerà da questa serie avrà il vantaggio di non aver viaggiato molto nelle ultime settimane.

Il mio verdetto: Pantere in sette. Ho problemi a scommettere contro i campioni della Stanley Cup… ma credo che i Panthers abbiano le carte in regola per uscire dall’est. Soprattutto se il gioco offensivo continua nei playoff.

Rangers contro Gli uragani

Entrambe le squadre hanno vinto le rispettive serie in sette partite. Potrebbe essere che stiamo assistendo a qualche episodio di stanchezza nell’una o nell’altra di queste due formazioni. Chi ha più profondità? Chi ha gestito meglio le proprie energie al primo turno?

I pezzi grossi dei Rangers erano piuttosto incoerenti nel primo round… e penseresti che l’età, gli infortuni e le assenze abbiano affondato i Penguins. E non solo l’ottimo gioco dei Rangers…

Il mio verdetto: uragani in sei. La bella storia di New York si concluderà la prossima settimana.

Restare se Jesperi Kotkaniemi parteciperà alla bella storia di anatrelui…

Blues contro Valanga
Nathan MacKinnon e gli Avalanche sono stati fermati per una settimana dopo la loro spazzata contro i Predators. Hanno avuto il tempo di allenarsi, di curare piaghe e riposare.

I Blues hanno sorpreso alcuni fan e analisti al primo turno, ma non saranno in grado di fermare la macchina da guerra che è l’Avalanche.

L’anno scorso, l’Avalanche ha travolto i Blues al primo round. Quest’anno lo faranno i Blues UN PO meglio.

Il mio verdetto: valanga in cinque. Si noti che nella stagione regolare, i Blues sono riusciti a vincere una delle tre partite contro i Avs.

La battaglia dell’Alberta
Con la vittoria ai supplementari di ieri sera, i Flames si sono comprati un biglietto per il secondo round. Un biglietto che li metterà contro i loro nemici dell’Alberta: gli Oilers.

Questo confronto 100% canadese garantisce quindi la partecipazione di una squadra canadese al terzo turno (Final Four). Nessuna squadra dovrà quindi effettuare manovre per varcare il confine al secondo turno, ma sarà il caso al terzo turno.

Questo è stato anche il caso della divisione canadese l’anno scorso, prima che il canadese fosse incoronato campione occidentale (trofeo Clarence S. Campbell).

Chi avrà il sopravvento su chi? Connor McDavid o Johnny Hockey? Jacob Markstrom o Mike Smith?

McDavid è il miglior marcatore della NHL nei playoff e Markstrom il miglior portiere.

(Credito: NHL.com)

Il mio verdetto: Oilers in sette partite. Da quest’anno, non sono necessariamente le difese a vincere campionati playoff, preferirò McDavid a Markstrom. Ma sono consapevole che questa serie potrebbe vacillare da una parte o dall’altra.

Si noti che gli Oilers and the Flames non si sono incontrati nei playoff dal 1991. Gli Oilers hanno vinto in Sette quest’anno.

Estensione

The Flames, Panthers, Avalanche e Oilers hanno tutti raggiunto il secondo turno dei playoff dopo aver affrontato i Canadiens durante l’inverno. Tante quante queste transazioni hanno aiutato/aiuteranno i Canadiens nel loro percorso di ricostruzione, tanto quanto hanno portato concretezza alla squadra con cui Kent Hughes danza.

E che dire degli Hurricanes, arrivati ​​agli ottavi grazie al contributo di Jesperi Kotkaniemi? #Non

Tuttavia, questi successi con i Flames, i Panthers, gli Avalanche e gli Oilers potrebbero ferire (un po’) il canadese. La scelta del primo round dei Flames non può essere superiore al 25 a causa del loro campionato di divisione. Tuttavia, potrebbe benissimo essere una scelta del secondo round se la corsa dei Flames continua.

La scelta del secondo round degli Oilers diventerà una scelta del 2023 se gli Oilers eliminano le Fiamme e il loro prossimo avversario. Era una condizione della transazione effettuata da Kent Hughes.

Fino ad allora, diminuisce ad ogni round vinto.

Almeno le scelte importanti ottenute nelle transazioni di Lehkonen e Chiarot sono per il 2023 o 2024. Non risentono dell’attuale percorso playoff delle squadre in questione.

Add Comment