I fallimenti dei re continuano

Nel bel mezzo della battaglia dei playoff della Western Conference, i Los Angeles Kings hanno subito la terza sconfitta consecutiva perdendo la bandiera 6-3 contro i Minnesota Wild domenica all’Xcel Energy Center.

La formazione californiana occupa ancora il terzo livello della classifica della sezione del Pacifico con 86 punti. Sono solo due punti di vantaggio sui Vegas Golden Knights, che hanno anche una partita in più da giocare rispetto ai “Kings”.

I Kings avevano già segnato i primi tre gol di questo duello. Rasmus Kupari, Carl Grundstrom e Adrian Kempe hanno segnato nel primo periodo.

Tuttavia, The Wild non si è arreso. Kirill Kaprizov e Matt Boldy hanno spostato le corde prima della fine del primo periodo. Jared Spurgeon, Mats Zuccarello, Marcus Foligno e Nick Bjugstad hanno completato le marcature in seguito.

Kaprizov ha anche accumulato il suo 42esimo gol stagionale, che è un record di squadra.

La formazione del Minnesota ha approfittato di questo guadagno per rubare il secondo livello della sezione centrale ai St. Louis Blues. Entrambe le squadre hanno 94 punti sul cronometro, ma i Wild hanno giocato una partita in meno rispetto ai loro rivali.

Il predominio dei “Bulloni”

Ad Amalie Arena, i Tampa Bay Lightning hanno sconfitto i Buffalo Sabres 5-0.

Il portiere Brian Elliott ha fermato tutti i 28 tiri per i suoi avversari per firmare il suo primo shutout di questa campagna. Il veterano di 37 anni ha ora 43 interruzioni di carriera.

Corey Perry, Ondrej Palat, Brandon Hagel, Nikita Kucherov e Ross Colton hanno colpito il bersaglio per i “Bolts”.

Nel caso del primo di questa lista, è stato il suo 17° successo nel 2021-2022. L’ex detentore del colore dei Montreal Canadiens non aveva segnato tanti gol dalla stagione 2017-2018.

I Sabres hanno subito la terza sconfitta consecutiva. Martedì sera, contro i Maple Leafs di Toronto, il club di Buffalo riceverà rinforzi. In effetti, la prima scelta assoluta del draft 2021, il difensore Owen Power, giocherà la sua prima partita in carriera.

Una rara tripletta di Jordan Staal

Alla PNC Arena, Jordan Staal ha mosso le corde tre volte ei Carolina Hurricanes hanno sconfitto gli Anaheim Ducks 5-3.

È stata la prima tripletta del veterano di 33 anni dall’11 novembre 2008 e la terza nella sua carriera.

Staal ha segnato la sua prima partita con tre gol nel 2007-08, nella sua prima campagna in National League. Aveva compiuto l’impresa a 18 anni e 153 giorni, che rappresenta ancora un record del circuito.

Contro i Ducks, il capitano dei “Canes” ha segnato per la prima volta nel primo periodo. Ha ripetuto l’infrazione due volte nel terzo periodo, di cui una in una gabbia abbandonata a fine partita.

Altri marcatori per i vincitori sono stati Andrei Svechnikov e Jordan Martinook, mentre lo spunto per i perdenti è arrivato dai bastoni di Josh Mahura e Troy Terry.

.

Add Comment