Claude Bernatchez appende il microfono di Première Heure

Claude Bernatchez, sereno, pochi istanti dopo aver informato gli ascoltatori della sua decisione.

Foto: Radio-Canada / Sandra Lalancette

Questa decisione è mia. Non era facile da prendere. Ma è stato a lungo pensato, a lungo maturatoha spiegato ai suoi ascoltatori, scoppiando più volte in lacrime.

Sono diversi anni che penso al mio futuro professionale. Nuove sfide che mi piacerebbe raccogliere, che cerco come riprendermi un lavoro stimolante che mi permetta comunque di imparare un po’ di più sulla vita, sul mondo.

Questa sensazione di essere utili e di fare la differenza nella tua comunità è estremamente gratificante e ti sarò eternamente grata per avermi permesso di sperimentarla. »

Una citazione da Claude Bernatchez, in onda del programma First Hour

Brillante carriera

Estremamente apprezzato dai suoi coetanei, Claude Bernatchez ha avuto una brillante carriera a Radio-Canada dal 1988.

È stato sia un presentatore radiofonico che televisivo a Edmonton, Toronto, Montreal, Trois-Rivières prima di tornare nella sua città natale, il Quebec.

Svegliarsi ogni mattina alle 3:30 che ti impone la vita di un monaco, gestire la fatica che è diventata uno stile di vita, i fine settimana che non sono mai abbastanza lunghi per arrivare freschi e pronti il ​​lunedì mattina. Sono stancoha aggiunto prima di moltiplicare negli anni i ringraziamenti ai suoi numerosi collaboratori.

non ho ancora trovato [ce que je vais faire], ma spero che questo salto che sto facendo un po’ nel vuoto mi permetta di arrivarci. Non voglio diventare un animatore stanco in attesa del pensionamento. »

Dal 2016, Claude Bernatchez e il suo team hanno raccolto le prime posizioni tra i programmi più ascoltati in Quebec al mattino. In primavera, lo spettacolo mattutino ha conquistato la pole position per il sesto anno consecutivo.

Claude Bernatchez circondato dal team della “Première Heure” all'interno degli studi di Radio-Canada in Quebec.

Claude Bernatchez (al centro) e l’intera squadra della “Première Heure” hanno celebrato i risultati del sondaggio di giugno, che ha poi portato il programma in testa al nono sondaggio consecutivo di Numéris.

Foto: Radio-Canada / Sandra Lalancette

Molti omaggi

Gli elogi sono subito esplosi dai suoi colleghi così come dai suoi fedeli ascoltatori e dalla classe politica.

Claude fa parte della vita quotidiana delle persone nella regione del Quebec da quasi due decenni e siamo tristi di vederlo lasciare l’animazione di questo programma così apprezzato dagli ascoltatori.sottolinea Julie Lemieux, direttore regionale di Radio-Canada in Quebec. Ma è del tutto normale che gli piacerebbe avere un ritmo di vita diverso e affrontare nuove sfide dopo tutti questi anni.

Vorremmo ringraziarlo dal profondo del nostro cuore per la sua dedizione, la sua professionalità, il suo rigore, il suo umorismo, le sue interviste con finezza e profondità. »

Una citazione da Julie Lemieux, direttore regionale di Radio-Canada in Quebec
Accreditamento di Claude Bernatchez per Quebec 84

Claude Bernatchez è profondamente innamorato di Quebec City. Vediamo qui il suo accreditamento per il Quebec 1984

Foto: Radio-Canada / Alice Chiche

Anche il sindaco del Quebec Bruno Marchand gli ha reso omaggio sul suo account Twitter.

Claude è un monumento mattutino del Quebec. Che piacere è stato trascorrere le nostre tante mattine in vostra compagnia. Grande rispetto per l’uomo, il presentatore e il giornalista rigoroso. Il resto dipenderà da te, ne sono certo.scrisse.

Mi mancherà la tua voce, sia la chiarezza che la dolcezza, molta intelligenza. Grazie per tutti questi anni e buona strada per il futuroha commentato una fedele ascoltatrice, Lise Lachance.

Che vuoto enorme, questa partenza di Claude Bernatchez. La sua voce era stata parte del nostro inizio di giornata per diverse lune. Ci mancherà sicuramente! Grazie per la tua presenza Claude e per la tua professionalità. »

Una citazione da Suzanne Bédard, ascoltatrice di First Hour

Un ultimo il 23 giugno

Claude Bernatchez ospiterà il suo ultimo programma mattutino giovedì 23 giugno e approfitterà della pausa estiva per riflettere sul suo coinvolgimento con Radio-Canada.

La persona che gli succederà verrà rivelata durante l’estate.

Add Comment