Chirurgia laser dell’occhio: indicazioni, procedura e prezzo

Circa tre persone su quattro sono affette da disturbi della vista in Francia. Molti di loro ricorrono spesso alla chirurgia oculare, nell’ottica di non indossare più Lenticchie In cui si occhiali. A tal fine, una delle alternative, se la persona ha miopiadel’astigmatismodi presbite e altri, resta chirurgia laserche apporta correzioni a disturbi visivi.

Chiamato di nuovo chirurgia refrattiva, è indicato in casi specifici e può causare diverse complicazioni. Come è il chirurgia laser oculare e qual è il suo prezzo?

Chirurgia laser dell’occhio: vantaggi e indicazioni

Il chirurgia laser oculare si riferisce a tutti i operazioni oftalmiche che consentono di correggere alcuni difetti di rifrazione delocchio. Consiste nel ritagliare a cappuccio a livello di cornea, usare un laser. Il lembo viene riposato e sfregiato dopo alcune ore, senza punti di sutura, quando l’operazione viene eseguita con tecniche avanzate. Per sbarazzarsi del tuo protesi ottiche, Lenticchie o occhiali, vai alNizza Istituto di Oftalmologiache ti fornirà un supporto adeguato.

In effetti, i difetti di vista corretti da chirurgia laser oculare sono :

Il miopia si traduce in a allungamento del bulbo oculareche si manifesta con a rigonfiamento di cristallino e alcuni cornea. A tale scopo, l’immagine viene osservata davanti al retina invece di essere osservato su di esso. La chirurgia laser dell’occhio consente, in questo contesto, di effettuare un riaggiustamento del curvatura della cornea attraverso il laser.

L’astigmatismo compromette non solo la visione da vicino, ma anche la visione da lontano. Di solito è causato da un malfunzionamento del cristallino o cornea e può essere correlato a a lungimiranza o a miopia. Il chirurgia refrattaria permette di eseguire un’ablazione profonda, per regolare la superficie della cornea.

L’lungimiranza è generalmente causato da un asse anteroposteriore dell’occhio troppo corto. Ciò si traduce nella messa a fuoco dell’immagine dietro la retina, l’esatto opposto della miopia. Questo rende sfocati gli oggetti molto vicini.

Apparendo durante il processo di invecchiamento, il presbite è causato da una perdita di elasticità e flessibilità della lente. Il chirurgia laser oculare di un paziente con presbiopia si pratica con diversi metodi: monovisioneil multifocalitàil trifocalità e il ripristino di una funzione accomodativa parzialeinserendo un impianto accomodativo.

Inoltre, la chirurgia laser dell’occhio può trattare molti altri danno agli occhi come :

  • retinopatia diabetica;
  • Retinopatia ipertensiva;
  • il glaucoma ;
  • Il cataratta ;
  • Patologia vascolare associata a trombosi;
  • degenerazione maculare;
  • Lesioni retiniche periferiche o la prevenzione di distacco della retina.

Chirurgia laser dell’occhio: processo

Diverse tecniche possono essere utilizzate per esercitarsi chirurgia refrattiva, ma alcuni processi rimangono gli stessi. Il primo passo è determinare se è possibile farlo o meno chirurgia. Per raggiungere questo obiettivo, il chirurgo esegue esami specifici operazione all’occhioquindi sceglie la tecnica appropriata.

Tuttavia, raccomanda al paziente di evitare di indossare le lenti a contatto per 48 ore prima del giorno dell’operazione. Questo, per non causare a irritazione del superficie oculare.

L’operazione inizia con l’applicazione di alcune gocce di soluzione anestetica su l’occhio. Il chirurgo quindi inserisce a spargitore, per tenere gli occhi aperti durante tutta la procedura. Allo stesso tempo, posa a piccola ventosa sulla cornea, per appiattirlo.

Indipendentemente dalla tecnica scelta, la funzione del laser è quella di riaggiustare la cornea in modo che il paziente possa riacquistare una buona vista. Le tecniche di chirurgia laser oculare ci sono Tecnica PRK (fotocheratectomia), il Tecnica LASIK (Laser in-Situ Keratomileusis) e la tecnica SMILE.

Chirurgia laser dell’occhio: operazione e follow-up post-operatorio secondo ciascuna tecnica

Come notato, la chirurgia laser dell’occhio dipende dalla tecnica, così come il recupero.

Chirurgia con tecnica PKR

Apparentemente la tecnica più antica, la Tecnica PRK viene spesso utilizzato nel contesto di piccoli difetti ottici e per cornee molto sottili. Una volta rimosso lo strato più superficiale al centro della cornea, il chirurgo applica il laser ad eccimeri sulla superficie della cornea, al fine di apportare correzioni alla miopia. Al termine dell’intervento, a lente protettiva viene inserito nel paziente e il paziente deve conservarlo per tre o cinque giorni.

È possibile che il paziente provi qualche disagio tra cui, occhi pieni di lacrime o il visione offuscata veglia. Ma la vista migliora gradualmente nei giorni successivi e anche il disagio diminuisce.

Con la tecnica PKR, il chirurgia laser oculare richiede una convalescenza da quattro a cinque giorni. Il paziente può riprendere le sue occupazioni professionali dopo questo periodo. Per quanto riguarda la guida su lunghe distanze, è possibile solo dopo un periodo da sette a dieci giorni.

Chirurgia con tecnica LASIK

Il Tecnica LASIK consiste nel primo taglio a lembo corneale parla Laser a femtosecondi. Poi il chirurgo usalo laser ad eccimeri per rimodellare la superficie della cornea, con lo scopo di trattare disturbo della vista.

Il disagio in questo contesto diminuisce gradualmente nelle ore successive all’intervento. La vista del paziente progredisce gradualmente. È possibile che a occhio secco si verifica, ma ciò è mitigato dall’amministrazione di lacrime artificiali. Nella prima notte, i gusci protettivi devono essere tenuti negli occhi in modo che il paziente non si tocchi gli occhi inconsciamente durante il sonno. Ma possono essere rimossi al risveglio.

La ripresa dell’attività professionale è possibile il giorno successivo chirurgia laser dell’occhio con la tecnica LASIK. Nel caso del lavoro sullo schermo, si raccomanda di ridurre l’orario di lavoro del paziente, in modo che quest’ultimo non debba affrontare l’affaticamento degli occhi.

Inoltre, è possibile iniziare a guidare su brevi distanze il giorno successivo all’operazione. Ma, su lunghe distanze, ci vorranno dai tre ai quattro giorni, nonché nell’ambito di attività che non presentano rischi per gli occhi (come andare in bicicletta o fare jogging).

Chirurgia con la tecnica SMILE

Essendo una tecnica recente, il SORRIDI consiste nel tagliare in tre dimensioni uno spessore ultrasottile della cornea, mediante il laser a femtosecondi. Questo dà all’occhio la curvatura desiderata. Il medico rimuove questa lamella ultrasottile attraverso la microincisione.

Una guarigione effettuata mediante microincisione è più rapida di un’incisione standard (nel caso di Lasik ad esempio). comunque, il dolori dove la sensazioni di sabbia negli occhi può verificarsi a seguito di chirurgia laser.

Un esame è necessario il giorno successivo e da sette a dieci giorni dopo l’operazione. Il paziente deve osservare circa un giorno di riposo dopo l’intervento, prima di riprendere il lavoro.

Inoltre, il paziente deve seguire a trattamento dopo chirurgia laser dell’occhio, questo a seconda del tipo di tecnica di intervento e del tipo di disturbo della vista corretto. Questo trattamento di solito include antinfiammatori o qualche colliri antibiotici, per una settimana. Include anche colliri lubrificanti per continuare per diverse settimane. Per il regolare svolgimento del decorso postoperatorio sono necessarie visite di controllo.

Possibili complicazioni della chirurgia refrattaria

Il chirurgia laser oculare presenta diversi rischi. Tra gli effetti avversi che possono verificarsi durante il recupero, abbiamo:

  • occhio secco;
  • Compromissione della visione notturna;
  • Il visione divisa ;
  • La percezione di un alone luminoso;
  • Infiammazione della cornea oinfezione all’occhio.

È nell’ottica di ridurre questi rischi che è fondamentale effettuare approfonditi esami preoperatori. Questi non solo consentono di determinare l’idoneità operativa, ma anche di verificare l’esistenza di una controindicazione. Meglio ancora, il chirurgia laser oculare deve essere effettuato da medici ben formati e di comprovata esperienza, in modo che il paziente possa beneficiare di cure sicure.

Prezzo e rimborso della chirurgia laser dell’occhio

Il prezzo del chirurgia laser oculare dipende dalla tecnica operativa:

  • La tecnica PKR: il costo per entrambi gli occhi varia tra i 2.000€ ei 2.500€;
  • La tecnica LASIK: varia tra 2.500 e 3.500 €;
  • La tecnica SMILE: varia tra 3.000 e 3.500 €.

Si noti che il chirurgia refrattaria non è rimborsato dalla previdenza sociale, trattandosi di un’operazione di comodità. Tuttavia, alcuni mutua assicurazione sanitaria offrire rimborsi fino a € 1.200 all’anno e per beneficiario.

Add Comment